Interazione tra campi elettromagnetici e nanoparticelle

nanoparticelle    
Internalizzazione di anticorpi marcati per il delivery selettivo
di nanoparticelle magnetiche in cellule A431
 

Secondo una stima dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, nel corso del 2008 si sono verificati circa 12 milioni di nuovi casi di cancro e circa 8 milioni di morti. Al momento, l’unico modo per curare questa patologia è la resezione radicale del tumore nei primissimi stadi di sviluppo. Spesso accade che le metastasi siano già presenti al momento della diagnosi, per cui solo pochi pazienti hanno l’opportunità di ricevere la resezione radicale e si rendono necessarie terapie quali chemio e radio.

Come è noto i chemioterapici colpiscono tutte le cellule in rapida divisione, incluse le cellule sane con conseguenze dannose per l'organismo in toto. Per questo motivo è fondamentale lo sviluppo di nuove metodologie diagnostiche e terapeutiche capaci di diagnosticare il cancro sin dai primissimi stadi di sviluppo e di veicolare selettivamente i chemioterapici nelle cellule tumorali senza alterare quelle normali.

Metodi emergenti per individuare e trattare il cancro si basano sull'uso congiunto di campi elettromagnetici e nanoparticelle. In questo contesto l’attività dei ricercatori dell’IREA, grazie alle competenze sia in ambito ingegneristico che biologico, si propone di studiare le interazioni tra campi elettromagnetici alle frequenze di microonde e nanoparticelle, al fine di proporre nuove strategie per aumentare sia la sensibilità dell’imaging a microonde sia la selettività della terapia termica a microonde.

Un aspetto essenziale dal quale non si può prescindere sin dall’inizio dello sviluppo di queste nuove strategie è la verifica dell’assenza di citotossicità delle nanoparticelle in esame. Questo ultimo aspetto viene affrontato valutando gli effetti citotossici in linee cellulari umane sia di tessuti sani che tumorali applicando metodiche sensibili e ben standardizzate.


Additional Info

Riviste ISI

O. Zeni, A. Sannino, S. Romeo, F. Miciulla, S. Bellucci, M.R. Scarfì, “Growth inhibition, cell cycle alteration and apoptosis in stimulated human peripheral blood lymphocytes by multiwalled carbon nanotubes buckypaper”, Future Medicine-Nanomedicine, 2014 in press.

O. Zeni, R. Palumbo, R. Bernini, L. Zeni, M. Sarti, MR Scarfì, "Cytotoxicity of single-wall nanotubes on cultured human lymphocytes", Sensors,  8, 485-496, 2008.

S. Romeo, L. Di Donato, O.M. Bucci, I. Catapano, L. Crocco, M.R. Scarfì. R. Massa, "Dielectric Characterization Study Of Liquidbased Materials for Mimicking Breast Tissues", Microwave and Optical Technology Letters, 53, 1276-1280, 2011 - ISSN: 0895-2477, doi: 10.1002/mop.26001

O. Zeni, MR Scarfì, "DNA damage by carbon nanotubes using the single cell gel electrophoresis technique". In “Carbon Nanotubes: Methods and Protocols”. Methods in Molecular Biology, vol. 625, pp. 109-119. Humana Press Inc. – K. Balasubramanian and M. Burghard Editors, 2010.

 

Partecipazioni a congressi internazionali

S. Romeo, L. Di Donato, I. Catapano, L. Crocco, MR Scarfì, R. Massa, " Broadband characterization of Tryton X-100-based solutions for breast cancer mimickung" BEMS 33nd Annual Meeting, Halifax, Canada, June 12-17, 2011

 

Articoli pubblicati su proceedings di congressi nazionali

O. Zeni, A. Sannino, S. Romeo, MR Scarfì, S. Bellucci, F. Micciulla, I. Sacco, L. Coderoni, "Cytotoxicity of Buckypaper in Human Lymphocytes" in Sensors and Microsystems: AISEM 2010 Proceedings (Lecture Notes in Electrical Engineering).

Università degli Studi di Napoli "Federico II" - Dipartimento di Biomedica, Elettronica e delle Telecomunicazioni

Università degli Studi di Napoli "Federico II" - Dipartimento di Fisica

INFN - Laboratori Nazionali di Frascati 


logo cnit
 
emfcsc title
icemb

Seguici su

                  Immagine twitter          Immagine facebook 

 

                         

Chi è online

 458 visitatori online